Neanche un mese e’ passato dall’aggressione al giovane arbitro Riccardo Bernardini e a nulla sono valse le iniziative prese a sensibilizzare il problema. In primis quella presa dalla LND di sospendere per una settimana i vari campionati non mandando gli arbitri sui campi di gioco,  e a seguire le varie manifestazioni di solidarietà’ che si sono svolte in tantissime società’ di calcio dilettantistico della nostra regione. Oggi purtroppo siamo qui a segnalare l’ennesimo episodio di violenza, a farne le spese non e’ stato un arbitro ma un direttore sportivo, un dirigente di una società’ ospitante, ma soprattutto una donna, una mamma che mette a disposizione tutta la sua professionalità’ per questo amato sport durante tutta la settimana e ancora di più’ la domenica mettendo da parte spesso e volentieri la propria famiglia togliendone spazio e tempo. Una aggressione totalmente gratuita dove il su’ citato Direttore Sportivo veniva strattonato, spintonato e gettato a terra reo di voler metter calma e far abbassare gli animi che si erano accesi a fine partita fra vari giocatori, protagonista di questo vile gesto e’ un giocatore di categoria Under 17 al termine della propria performance calcistica. Proprio in queste ore il Direttore Sportivo, vogliamo ricordarlo, una donna, e’ in ospedale con sospetta frattura al gomito, raggiunta telefonicamente le sono  arrivati i nostri personali auguri di pronta guarigione e di tutti gli addetti ai lavori del calcio dilettantistico laziale che sono venuti a conoscenza di questo ultimo vigliacco episodio. 

Categorie: CRONACANEWS

Lascia un commento