Sara’ Roberto Ridolfi il nuovo Direttore Tecnico dell’US Ladispoli. Dopo un lungo trascorso al Vis Aurelia e l’ultimo anno alla corte di Paparella all’Aurelio Roma Academy, Ridolfi e’ pronto per il salto di qualità’ in una società’ importante dell’intero panorama calcistico laziale. Queste le prime dichiarazioni del neo acquisto di casa rosso-blu

Direttore come e’ maturato il sodalizio con il Ladispoli?

Mi e’ arrivata inaspettatamente e graditissima la telefonata del Direttore Generale Claudio Dolente chiedendomi che cosa avrei voluto fare da grande e se ero interessato al progetto Ladispoli, quindi di li’ a poco mi sono messo in macchina e sono andato di persona per conoscere l’ambiente e concretizzare quanto già’ si eravamo detti al telefono.

Direttore, quali sono state le sue prime impressioni e prime sensazioni?

Di Claudio Dolente gia’ sapevo quasi tutto perche’ e’ una figura importantissima del Ladispoli e tutti conoscono il suo valore, ora dopo questi ultimi colloqui posso solo confermare il suo spessore tecnico ed umano, ma tutto lo staff del Ladispoli dal Presidente al magazziniere e’ di 1′ livello, lo stesso Gioacchino La Pietra nonostante la sua giovane eta’ e’ un Direttore Sportivo di tutto rispetto dotato di grandi capacita’ e che da avversario negli anni trascorsi con altre società’ ho avuto modo di apprezzare ed ora lavorarci assieme e fare parte del Ladispoli e’ per me motivo di orgoglio.

Tanti anni al Vis Aurelia, un solo anno all’Aurelio Roma Academy, il divorzio ed ora il Ladispoli, un divorzio passato in sordina ed ora la grande occasione…

Appunto un divorzio passato in sordina proprio perché’ non c’era nulla di eclatante da dichiarare, il mio e’ stato un allontanamento solo ed esclusivamente per motivi personali con i quali ne parlai con Sandro Paparella che da grande persona quale e’, capi’ e mi lascio’ andare, non ce’ stato mai nulla di trascendentale e ne approfitto proprio di questa testata per eliminare in maniera definitiva qualsiasi voce maligna. Come ringrazio ancora il Direttore Generale Claudio Dolente  per avermi cercato e voluto al Ladispoli, questo testimonia ancora di più’ quanto di buono ho fatto in passato nella mia carriera.

Direttore…ora da grande cosa vuol fare e quali sono i suoi progetti.

I miei progetti sono i progetti del Ladispoli, per quanto riguarda invece i miei sogni, uno lo sto realizzando adesso che e’ quello di far parte di una grande società’ e di rientrare nel suo progetto. Abbiamo un importante settore giovanile, una Juniores Nazionale ed una 1′ squadra che milita nel Campionato di Serie D. Ladispoli e’ una piazza importante e tale deve rimanere. Ogni società’ calcistica ha le sue ambizioni e le sue aspettative, ma inevitabilmente più’ si alza l’asticella e più’ sono maggiori le responsabilità’ ed i doveri, ed il mio di dovere e’ quello di fare ancora meglio di quanto ho fatto in passato, non solo per misurarmi con me stesso, ma anche per ripagare la fiducia che mi ha accordato l’intero staff del Ladispoli. Questi mesi da qui alla fine della stagione saranno per me utilissimi per entrare a far parte integrante ancor di più’ della società’ e capirne tutti gli aspetti e per porre già’ da subito le basi per la prossima stagione, che ripeto deve essere ancora più’ importante ed impegnativa di quella in corso.


Lascia un commento